Gabriele Vitello, L’album di famiglia. Gli anni di piombo nella narrativa italiana (Transeuropa Edizioni, 2014)


Pubblichiamo le pagine introduttive del saggio di Gabriele Vitello,
L’album di famiglia. Gli anni di piombo nella narrativa italiana, che uscirà a gennaio per Transeuropa, ma disponibile già oggi sul sito www.transeuropaedizioni.it.

Per riflettere sul modo in cui gli scrittori hanno raccontato la stagione del terrorismo, l’autore ha preso in esame un significativo corpus di romanzi scritti negli ultimi quarant’anni. Non si tratta di un libro di critica tematica, semmai di un tentativo di coniugare critica letteraria e critica dell’immaginario. Se della prima riconosciamo la pratica della lettura ravvicinata dei testi finalizzata alla formulazione di un giudizio di valore estetico; della seconda L’album di famiglia eredita almeno due cose. In primo luogo, la consapevolezza che quello letterario è solo uno (peraltro marginale) dei tanti “discorsi” che hanno contribuito alla costruzione della nostra immagine del terrorismo e della memoria degli anni Settanta. Pertanto, il critico dovrà necessariamente confrontare quelli letterari con altri “testi”: ricostruzioni televisive, documentari, autobiografie, testimonianze e, ovviamente, le narrazioni cinematografiche. In secondo luogo, nell’Album di famiglia i testi letterari sono considerati alla stregua di formazioni di compromesso che rivelano ciò che le ideologie occultano: in altre parole, alle vie d’accesso privilegiate al nostro inconscio politico. Segue→

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Articoli. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...